L’eccellenza emiliana e la realtà

I titoli dei giornali sono sempre gli stessi, inaugurazioni di ambulanze e soldi investiti in ampliamenti di reparti e in apparecchiature mediche. Invece la realtà è sempre peggiore perché i medici specialisti sono sempre meno e alcuni passano al privato. È molto facile stabilire e ripartire spese, molto più difficile è costruire la organizzazione sanitaria e tenerla manutenuta, perché richiede lavoro sodo e continuativo oltre ad una politica indirizzata alla creazione alla formazione di nuovo personale. Il covid ha mascherato le carenze dei reparti ostetrici, il Mire anche, i dirigenti anestetizzano la popolazione con i loro annunci, ma la realtà è che non sanno quali pesci pigliare. Sanno bene chiudere e spendere, intanto i servizi vengono sospesi e mai ripristinati. È questa l’eccellenza emiliana mostrata a modello alle altre regioni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: